Vini di Vignaioli Fornovo di Taro

Prezzo entrata: € 13 (con bicchiere e catalogo offerti)


Porta speranza con il portabicchiere

 € 2,00 

Portabicchieri


Programma

  • Parma

    Nel corso della settimana precedente VINI DI VIGNAIOLI, i locali più dichiaratamente "enocentrici" delle due rive del torrente Parma (in vernacolo: "dedsà" e "dedlà da l'àcua") promuovono insieme una serie di incontri e degustazioni con alcuni dei produttori che partecipano alla manifestazione di Fornovo Taro. "Cantina Canistracci", "Chourmo Enolibreria", Officina Alimentare Dedicata", "Oltre Vino", "Osteria Virgilio", "Ristorante Ohibò", "Tabarro", "T Café", "Tra l'Uss e l'Asa" vi invitano a partecipare numerosi.

    Vignaioli in citta 2016 Piccolo

  • Bardi - Auditorium San Francesco - Ore 21.00

    "Il mare colore del vino"

    I Vignaioli Davide Bentivegna, Nino Baracco, Aldo Viola presenteranno i loro vini accompagnati dal Progetto musicale e culturale "Viaggio a Sud" di Annamaria Salvatore (Daniele Mariotti alla chitarra, Manuela Almonte alla fisarmonica ed Emanuele Sgarbi alle percusioni):

    Questo progetto nasce da una passione. Una passione che ho da sempre che è quella di cantare. Già da piccola cantavo pezzi di musica classica napoletana ovunque, giocavo nella canzone, simulando anche serenate napoletane sotto le finestre di una vecchia casa dove ha trascorso parte dell'infanzia.

    Spinta da una grande esigenza espressiva, incoraggiata dal Trio Amadei, mi esprimo per la prima volta davanti ad un pubblico all'interno di un concerto di musica da camera del Trio, eseguendo due pezzi di musica classica napoletana.
    Oggi grazie a Mery Luciano e a Christine Marzani realizzo questo mio primo concerto presentando una piccola antologia della musica napoletana a partire dal 1500. Con l'occasione sto dando vita ad un progetto che ho chiamato Viaggio a Sud, “Canti alla Luna”. “Viaggio” in quanto si tratta di un percorso, uno studio della musica, della cultura del Sud; “Viaggio” come movimento nello spazio per diffondere la musica popolare.
    “Canti alla Luna” perchè i canti sono dedicati come in una serenata, alla Luna,non solo per la simbologia che essa racchiude ma sopratutto perchè la musica è per tutti, vibrazione fino alla Luna.
    Ad accompagnarmi in questo repertorio ci saranno: la chitarra di Daniele Mariotti, la fisarmonica di Manuela Almonte e le percussioni di Emanuele Sgarbi.

    Annamaria Salvatore
    Locandina Sicilia

  • Teatro Lenz - Via Pasubio 3/E - dalle ore 11.00 alle 20.00

    Emilia Sur Lì – Un mondo di bollicine naturali a Parma. Vini naturali rifermentati in bottiglia dall’Emilia e non solo.

    Dalle ore 11.00 alle 13.00: Un confronto sulle pratiche e i risultati in vigna e cantina di questa via ancora poco conosciuta e talvolta vittima di pregiudizio.
    L’impatto sul terreno, lo sviluppo della pianta, la frutta che se ne ottiene, il differente approccio e lavoro in cantina e le peculiarità dei vini ottenuti. Il profondo rispetto della terra.
    Ne parleremo con:
    • Francesco Iacono, nella duplice veste di enologo per Arcipelago Muratori e microproduttore naturale e simbiotica a Ischia ed ex anima dell’Istituto Agrario di san Michele all’Adige.
    • Stefano Pescarmona docente di Agricoltura Biodinamica all’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, agronomo consulente di aziende nazionali e produttore virtuoso di vini territoriali e naturali a Podere Magia in San Polo.
    • Massimiliano Croci, produttore virtuoso e appassionato nelle meravigliose colline di Castell’Arquato;
    • Gianluca Bergianti, giovane produttore biodinamico di vini e ortaggi nei pressi di Carpi;
    • Michele Lorenzetti enologo e biologo, predilige l’approccio scientifico e l’esperienza diretta piuttosto che speculazioni e filosofia. Consulente di viticoltura biodinamica e produttore a Vicchio del Mugello.
    • Pierluigi Gorgoni, firma del giornalismo enologico nazionale e gran cultore dei vini naturali rifermentati in bottiglia.
    Emilia sur li

     


  • Fornovo di Taro - Vini di Vignaioli - ore 12.00

    Presentazione del libro: Guida al vino critico 2017 - Storie di vignaioli artigiani in Italia

    Guida al vino critico è un viaggio nell’Italia del vino autentico e di territorio: questa annata – 2017 – racconta le storie di 101 vignaioli artigiani, nella prossima edizione altri vignaioli, con un archivio sempre più ricco e completo.

    Questa guida è una bussola per orientarsi nel mondo del vino contadino, artigiano e critico, che qualcuno oggi definisce vino “naturale”. I principi e le prassi dei vignaioli che raccontiamo si ispirano alle proposte di Luigi Veronelli (“…la rivoluzione, le sue possibilità, sono nei campi…”), che a questo movimento dedicò i suoi ultimi anni.

    101 vignaioli che meritano di essere conosciuti – magari “camminando” le loro vigne – perché hanno una storia da raccontare: i loro vini sono testimonianza di passione, umanità, rispetto per la terra, rifiuto di ogni omologazione. Il loro non è solo un “vino buono”: è un vino “irripetibile” perché ci dà emozione e ci fa pensare; ma è anche un bene culturale, uno strumento di convivialità, un’espressione del territorio.

    Un prodotto senza etichette che a volte diventa politico, ribelle, solidale.

    Guida al vino critico

    Fornovo di Taro - Vini di Vignaioli - ore 15.30

    Jonathan Nossiter presenterà il libro "Insurrezione culturale" di Jonathan Nossiter e Olivier Beuvelet (Derive Approdi 2016), accompagnandolo con la proiezione del suo documentario "Desistenza a Milano - un incontro teologico del trecento tra Corrado Dottori, Stefano Bellotti, Stefano Borsa e gli agronomi dell Università di Milano" (durata: 25 minuti).

     

    Insurrezione Culturale

  • Fornovo di Taro - Vini di Vignaioli - ore 9.00

    Tavola rotonda: 

    "Conoscenza dei suoli attraverso l'approccio delle piante bio-indicatrici. – Viticolture alternative"

    Gérard Ducerf, botanico impegnato in campo, formatore e autore (titolare di Promonature), ci farà scoprire ciò che le piante rivelano della vita, delle qualità o dei deficit del suolo, e le possibili interazioni tra di esse e la vite.

    La relazione in lingua francese sarà tradotta in simultanea da Samuel Cogliati (Possibilia Editore), che sarà anche il moderatore e l'interprete del dibattito che seguirà.

    Fornovo di Taro - Vini di Vignaioli - ore 11.50

    La dottoressa Rita Vignani (Responsabile settore agronomia della Sèrge-genomics e ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze della Vita Polo Scientifico San Miniato - SIENA) presenterà il suo progetto WDF (WINE DNA FINGERPRINTING):

    DNA traced

    "Il Wine DNA Fingerprinting-WDF è una tecnica basata sul principio che tracce del DNA della vite passano dall'uva al vino e rimangono "leggibili" anche dopo la fermentazione. La ricostruzione dell'uvaggio è basata sulla raccolta di frammenti di DNA che costituiscono il profilo genetico unico della vite o genotipo della vite d'origine. Il test è universale e identico metodologicamente a quello usato in medicina forense, anche se in campo agroalimentare, l'utilizzo e il riconoscimento legale sono a discrezione dell'utilizzatore. Nei vini monovarietali il WDF ne prova la purezza, nei blended traccia, come in una fotografia di gruppo, le componenti varietali. In base a normative EU, la traccibilità d'origine varietale può essere documentata analiticamente nei prodotti. Il marchio di garanzia dell'uvaggio basato sul test del DNA, DNA-Traced® è ceduto gratuitamente ai produttori che utilizzano il WDF sui propri vigneti o sui propri vini. Inserisco anche un esempio di indicazione di uso di WDF in un Valpolicella Classico 2015 prodotto da un'azienda biologica"


 

FaLang translation system by Faboba